Ti trovi in Blog
Venerdì, 13 Aprile 2018 09:57

Il mondo delle Spa visto dai ricercatori della Bocconi - Seconda parte

Scritto da

Secondo la ricerca dell’Università Bocconi: “L’Italia è l’unico paese dove per legge il concetto di Spa può essere utilizzato solo in relazione a centri termali o che comunque prevedano l’utilizzo di acque minerali (...) Questa definizione di Spa però esclude tutti i trattamenti non terapeutici ma di benessere che sono invece un segmento in forte crescita (...) Mentre a livello internazionale Spa è diventato un concetto di marketing associato a molte tipologie di centri”. Questo, tanto per confermare la nostra interpretazione espressa nelle pagine precedenti, alla voce “Termalismo” dei Parametri di Eccellenza. Il mondo del Benessere italiano se non vuole perdere il treno della grande crescita del fenomeno wellness deve assolutamente liberarsi dai lacci e dalle incrostazioni messe lì apposta per difendere (alcune) posizioni di privilegio, ma ormai di totale retroguardia. Potrà farlo, come attesta lo stesso studio bocconiano, puntando su 2 elementi chiave: Formazione (per manager e operatori) e Qualità (nelle strutture e nei servizi). Esaminiamo qui di seguito le schede con i risultati di indagini e interviste che hanno condotto i ricercatori milanesi a queste conclusioni.

Le aspettative della clientela

Fonte: interviste dirette a SPA italiane e operatori
I criteri di valutazione della qualità per il cliente (in ordine di importanza)

  • Competenza e preparazione del personale:
    il personale deve essere altamente qualificato e aggiornato, deve saper informare e intrattenere l’ospite
  • Qualità e differenziazione del servizio oltre il trattamento (esperienza = ambiente + rituale)
  • Gentilezza e disponibilità di tutti gli operatori oltre il trattamento
  • Silenzio, igiene e pulizia dell’ambiente
  • Strategie Design e cura dei dettagli: è uno degli ultimi elementi che il cliente valuta ma, a giudizio degli intervistati, diventerà sempre più
    importante. In un settore che è cresciuto in modo tumultuoso si farà sempre più la differenza tra chi ha un concetto e un posizionamento
    chiaro e chi no
  • Importanza Qualità del prodotto: si tratta di un presupposto di base. Il prodotto utilizzato all’interno della SPA deve essere di altissima
    qualità. I prodotti ricavati da materie prime del territorio rendono la struttura più riconoscibile agli occhi del consumatore.

Mappatura e analisi strategica del settore delle Spa in Italia

E’ questo il titolo dell’ultimo, più avanzato lavoro di ricerca in tema di benessere, dopo quello, molto accurato, effettuato nel 2000 dal Censis, su commissione della STB, intitolato “Il Benessere e gli Italiani”. L’ha realizzato nel corso di un biennio l’Università Bocconi di Milano per conto della Unipro. Nella prima edizione del Magazine ne abbiamo pubblicato un estratto, permettendoci di rilevare, in sede di commento, come tale studio presentasse ampi margini di approfondimento, tanto nella assunzione delle informazioni (geograficamente troppo localizzate nel solo nord Italia), quanto nell’analisi dei dati (se si dà come presupposto che la Spa è solo una struttura di un certo tipo, poi dovrebbe conseguirne che strutture di tipo diverso non entrino a far parte della categoria e dei dati statistici, come invece è avvenuto). Nonostante queste incongruenze, come abbiamo già riconosciuto, la ricerca bocconiana “centra”, insieme alle ragioni di ottimismo, anche i motivi del malessere che affligge il settore e sui quali noi di 100 Best molto ci stiamo spendendo. Pertanto, in attesa di altri approfondimenti, continuiamo in questo numero a dare conto dello studio elaborato, illustrandolo anche con i grafici e le tabelle originali.

I modelli di business in Italia

La mappatura - escluse Day Spa

spa bocconi 2

Letto 171 volte
Altro in questa categoria: « FUCK THE WELLNESS Il Metodo Kneipp »

Chiedi maggiori informazioni